Mobilità

Delucidazioni in merito ai quesiti posti da un collega,

1) Vi scrivo per sapere se potevate chiarirmi le idee per quello che riguarda le domande di mobilità volontaria che vorrei presentare presso alcune ASL in quanto in rete ho trovato versioni contrastanti. Qual è la procedura?
Credo che per versioni contrastanti Lei intenda il fatto che alcune ASL accettino o meno domande di mobilità volontaria anche senza avvisi di mobilità attivi. A riguardo le varie aziende adottano dei provvedimenti interni; Le faccio un esempio allegando alla presente la procedura interna dell’Ospedale di Reggio Emilia; Ovviamente Lei può trovare i vari regolamenti interni nei relativi siti aziendali.
Inoltre è da tenere presente che se in una azienda è stato bandito un concorso senza prima bandire un avviso di mobilità, o prendere in considerazione le domande di mobilità volontaria, quel concorso è da considerarsi nullo.

2) Posso inviare le domande anche in assenza di un bando?
Si, certamente. Pero devono sussistere determinate condizioni:

– aver superato il periodo di prova nel profilo attualmente ricoperto;
– essere idoneo alle mansioni proprie del profilo di appartenenza;
– non avere in corso accertamenti sanitari;
– non avere procedimenti disciplinari a carico o pendenti.

Le allego anche il Testo unico sul Pubblico impiego 165/01 aggiornato con la riforma Brunetta.

 Scarica il documento

3) Avete a disposizone un modello di domanda generico o sapreste indicarmi dove reperirlo?
Le allego un modello di domanda generico che può presentare anche in assenza di un bando concorsuale di mobilità; ed un ulteriore schema esemplificativo di domanda da presentare qualora venisse indetto un bando di mobilità volontaria.
Cordiali Saluti

Il Segretario
Carmine Pecoraro